assistente, operatore culturale e pubblicista

Canebola, 2.09.1933- Udine, 24.01.2008

Ha frequentato le scuole nel paese natio (1940-1946). É partito emigrante in Francia che aveva appena 14 anni, nel 1947. Tra il 1953 e il 1972 ha lavorato in Svizzera dove, nel 1968, è stato tra i fondatori dell’Unione emigranti sloveni.
Nel 1972 è rientrato in Benecia. É stato impiegato presso il patronato INAC di Cividale dove si è specializzato nel settore pensionistico e si è dedicato in modo particolare ai minatori del Belgio. In collaborazione con il sindacato del Belgio, ha organizzato diversi incontri e stampato anche un manuale.
Fino al 1988 è stato segretario dell’Unione emigranti sloveni  della Benecia e ha attivamente collaborato anche con il circolo di cultura Ivan Trinko.
Aveva stretti rapporti di amicizia con l’alta Val d’Isonzo e nel 1995 è stato promotore della camminata dell’amicizia tra Canebola e Podbela, che ancora si svolge in sua memoria.
É sempre stato attivo anche nella pubblicistica, in particolare per quanto riguarda la ricerca storica del suo paese natio, pubblicando diversi libri dedicati a Canebola, alla sua storia ed alla sua gente.

 

Menu